Calzature tradizionali

Se si desidera ottenere un look orientale il più possibile autentico, è necessario abbinare al Kimono dei particolari tipi di calzature. Le calzature maschili differiscono da quelle femminili: le prime hanno forme e angoli più squadrati, le seconde sono arrotondate.

Geta

Solitamente, i geta sono di legno e vengono indossati con lo Yukata. Quelli a suola alta sono i meno formali e non richiedono necessariamente l’abbinamento coi tabi. Esistono anche speciali geta da neve, dalla suola particolarmente alta per impedire che i calzini vengano a contatto con la neve. La creazione a mano dei geta è un’arte antica: ancora oggi, i negozi che la praticano sono molto ricercati e popolari. I prezzi di questi preziosi manufatti variano in base alla qualità del legno utilizzata e ai metodi di lavorazione.

Zori

Generalmente, gli zori sono di paglia di riso o legno laccato. Ne esistono vari tipi, che variano soprattutto per lo spessore della suola. Quelli più formali sono a suola piatta, rivestiti di tela o broccato di seta oro o argento e vengono indossati con i tradizionali tabi bianchi. Talvolta, la superficie di alcuni zori somiglia a quella dei tatami. Questo tipo di calzatura è più comodo dei geta e non produce lo stesso tipico rumore, quindi può essere indossato quando non si vuole attirare troppo l’attenzione. In passato, i samurai indossavano zori di warazori, una particolare paglia impermeabile.